Informativa ai clienti: DECRETO RILANCIO FONDO PERDUTO, BONUS E ALTRE NOVITA’

Buongiorno,
a seguito della pubblicazione di ieri del decreto Rilancio forniamo le seguenti indicazioni:

1) BONUS INPS 600€ MENSILITA’ DI APRILE

Ulteriori 600€ di bonus inps relativamente alla mensilità di aprile per coloro che hanno già percepito il bonus relativamente alla mensilità di marzo (artigiani, commercianti, soci lavoratori, professionisti iscritti alla gestione separata etc… non dipendenti e non pensionati..).

NB: Il bonus viene erogato dall’inps in modo AUTOMATICO SENZA NECESSITA’ DI EFFETTUARE ALCUNA RICHIESTA oltre a quella già fatta a suo tempo (per chi non avesse fatto richiesta del bonus c’è tempo fino a fine mese)

 

2) BONUS INPS 1000€ MENSILITA’ DI MAGGIO
Il decreto prevede ulteriori 1000€ di bonus inps relativamente alla mensilità di maggio per i professionisti titolari di p.iva iscritti alla gestione separata inps (es. fisioterapisti, consulenti etc..non dipendenti, nè pensionati) che abbiano subito una riduzione del REDDITO nel secondo bimestre 2020 rispetto al secondo bimestre 2019 di almeno il 33%. In questo caso è necessario presentare nuova domanda all’inps (autonomamente o per il tramite di patronati)  si attendono in ogni caso chiarimenti dell’inps in merito alle modalità di calcolo del reddito bimestrale).

NB: artigiani e commercianti non hanno pertanto diritto al bonus inps di maggio, a loro spetta il contributo a fondo perduto di cui al prossimo punto

 

3) CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO
Alle ditte individuali e società, in caso di riduzione del fatturato di almeno il 33% tra aprile 2020 e aprile 2019  spetta un contributo a fondo perduto erogato da Ag. Entrate tramite accredito in conto corrente.
Il contributo è pari ad una percentuale di tale riduzione del fatturato come di seguito specificato:
– 20% della differenza di fatturato tra aprile 2020 e aprile 2019 per soggetti con ricavi fino a 400.000€
– 15% della differenza di fatturato tra aprile 2020 e aprile 2019 per soggetti con ricavi da 400.000€ a 1Mil€
– 10% della differenza di fatturato tra aprile 2020 e aprile 2019 per soggetti con ricavi sopra a 1Mil€

In ogni caso il contributo sarà riconosciuto nella misura minima di 1000€ per le ditte individuali e 2000€ per le società.
(In caso di attività avviata dopo il 1° gennaio 2019 può anche mancare il requisito della riduzione del fatturato del 33%)

Stiamo procedendo ai calcoli necessari alla predisposizione della domanda per tutti i nostri clienti ma dobbiamo attendere l’attivazione delle procedure di presentazione da parte dell’Agenzia delle entrate (presumibilmente non prima di 20 giorni).
Ricordiamo che dal contributo a fondo perduto sono ESCLUSI:
– i professionisti titolari di p.iva iscritti alla gestione separata inps (a loro spetta  eventualmente il bonus inps di 1000€ di cui al punto precedente)
– i professionisti iscritti alla rispettiva cassa di previdenza professionali (es. avvocati, ingegneri, geometri, architetti, commercialisti etc..).

 

4) CREDITO D’IMPOSTA LOCAZIONI
Viene riconosciuto un credito di imposta pari al 60% del canoni di locazione pagati per marzo, aprile e maggio PER TUTTE LE CATEGORIE CATASTALI (ad eccezione delle abitative) a condizione che ci sia stata una riduzione del fatturato del 50% rispetto allo stesso mese del 2019.
Il decreto estende il credito di imposta, nella misura del 30%, anche ai contratti di affitto d’azienda che includano almeno un immobile.

NB: è necessario aver PAGATO il canone per usufruire del credito di imposta, preghiamo quindi i clienti di farci avere quietanza di pagamento, distinta del bonifico ricevuta o altro documento attestante il pagamento effettuato per procedere all’utilizzo del credito di imposta (previa verifica di riduzione del fatturato).

 

5) CASSA INTEGRAZIONE  
Viene prolungata la possibilità di usufruire di ulteriori 5 settimane di cassa integrazione da maggio ad agosto (e di ulteriori 4 settimane a settembre e ottobre); contemporaneamente viene prolungato per lo stesso periodo il divieto di licenziamento. Si attendo i chiarimenti da parte del Ministero e di Inps per le modalità per effettuare le nuove richieste di cassa integrazione, chiediamo ai clienti interessati ad usufruirne di volercelo comunicare quanto prima via email.


 

6) DETRAZIONE 110% (da verificare caso per caso a seguito dei decreti attuativi che saranno pubblicati)
Per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 si può usufruire di una detrazione del 110%, ripartita in cinque anni, per :
– specifici interventi di efficientamento energetico (isolamento termico edifici, sostituzione di impianti di climatizzazione etc..)
– interventi antisismici
– installazione impianti fotovoltaici (in combinazione con gli interventi precedenti)

a favore di:
– persone fisiche su unità immobiliari adibite ad abitazione principale
– condomini

NB: QUESTI INTERVENTI POSSONO ESSERE OGGETTO DI SCONTO IN FATTURA O CESSIONE DEL CREDITO A ISTITUTI FINANZIARI: Siamo in attesa dei decreti attuativi che definiscano le caratteristiche tecniche degli interventi e le modalità di cessione del credito. Siamo in contatto con diversi istituti finanziari per stringere delle convenzioni per la cessione di questi crediti. COMUNICHEREMO PRONTAMENTE OGNI NOVITA’ IN MERITO.

 

7) CREDITO DI IMPOSTA 60% PER ADEGUAMENTO AMBIENTI DI LAVORO E DPI 
Gli interventi di adeguamento dell’ambiente di lavoro per rispettare le prescrizioni sanitarie e contenere la diffusione del coronavirus insieme alle spese per acquisto dei dispositivi di protezione potranno usufruire di un credito di imposta pari al 60% , un provvedimento dell’agenzia delle entrate da emanare entro 60 giorni chiarirà modalità e termini per l’accesso a tale agevolazione.

 

Grazie

Avigliano Umbro, 21/05/2020

 

 

Distinti saluti
Studio Agostini