Informativa ai clienti: POS, LOTTERIA SCONTRINI, CASH BACK NOVITA’ DAL 2021

Buongiorno,
cerchiamo di fare il punto delle varie novità in tema di pagamenti elettronici, cashback, lotteria scontrini, pagamenti tracciati etc..

  • LOTTERIA DEGLI SCONTRINI

Dal 1.1.2021 il cliente potrà comunicare all’esercente un “codice lotteria” al momento del rilascio dello scontrino, tale codice sarà incluso nella comunicazione telematica del registratore di cassa e permetterà al cliente di partecipare ad una serie di lotterie (settimanali, mensili, annuali) con premi in denaro dallo stato.
IL CLIENTE dovrà munirsi di questo codice autonomamente sul sito dell’agenzia delle dogane e monopoli (il codice sarà rilasciato in formato numerico e “a barre” per permettere anche la scansione laser).

L’ESERCENTE COSA DEVE FARE?
Può decidere di “adeguare” il proprio registratore di cassa in modo da poter accettare questi codici (in questo caso dovrà contattare l’azienda che si occupa della manutenzione del registratore di cassa per conoscere i costi dell’adeguamento).
Può anche decidere di NON adeguarsi e quindi rifiutare i codici eventualmente presentati dai propri clienti.

 

CI SONO SANZIONI PER L’ESERCENTE CHE NON SI ADEGUA? No, tuttavia il cliente potrà segnalare il nominativo del commerciante che non ha accettato il suo codice lotteria (la segnalazione potrà essere utilizzata dall’agenzia delle entrate nelle sue attività di “analisi del rischio evasione”).

NON CI SONO SCADENZE, IL COMMERCIANTE POTRA’ ADEGUARSI ANCHE NEL CORSO DEL 2021, RACCOMANDIAMO DI VALUTARE LA SCELTA SOPRATTUTTO DA UN PUNTO DI VISTA COMMERCIALE : ci sono molti clienti che chiedono di inserire il loro codice lotteria? si “perdono” clienti a causa del rifiuto di accettare i loro codici?..

  • CREDITO IMPOSTA COMMISSIONI POS (PAGAMENTI ELETTRONICI)

Dal 1.7.2020 è possibile avere diritto ad un credito di imposta sulle commissioni addebitate dalle banche / istituti finanziari per i pagamenti elettronici ricevuti da clienti privati consumatori.
L’importo è pari al 30% delle commissioni e potrà essere compensato in F24 con altri tributi o contributi.
Si ha diritto al credito di imposta solo se il proprio volume di ricavi è inferiore a 400.000 €.

COME OTTENERE IL CREDITO DI IMPOSTA? La banca comunica (o mette a disposizione nell’area “home banking”) dei riepiloghi mensili contenenti l’importo delle commissioni addebitate sui pagamenti effettuati da clienti privati consumatori. Dovreste mandarci questi documenti cumulativamente (anche una volta l’anno per esempio a gennaio o febbraio relativamente a tutto l’anno precedete), provvederemo a permettervi di sfruttare il credito e a comunicarlo analiticamente all’agenzia delle entrate.
  • OPERAZIONE CASH BACK

Dal 8.12.2020 il cliente privato consumatore che acquista in un esercizio fisico (non online) tramite carta elettronica avrà diritto ad ottenere un parziale rimborso di quanto spende da parte dello Stato.
L’importo del rimborso è del 10% su una spesa massima di 1500 euro a semestre (quindi max 150€) a patto di effettuare almeno 50 transazioni elettroniche nello stesso semestre (NB: per il periodo natalizio 8.12 – 31.12 il limite è di sole 10 transazioni).

L’ESERCENTE COSA DEVE FARE? Nulla. L’esercente continuerà ad accettare le carte elettroniche come sempre, sarà il privato consumatore che dovrà: attivare la propria identità digitale SPID,  scaricare l’ app IO e configurarla in maniera adeguata).
 
  • OBBLIGO DI POS: ESISTE?

SI. Nel 2013 poi nel 2016 diverse norme hanno introdotto e ribadito un obbligo generalizzato di accettare pagamenti tramite carte di credito / debito / bancomat etc… MA nessuna sanzione è stata mai approvata PERTANTO ad oggi non è sanzionata la mancata accettazione di ricevere pagamenti tramite carte elettroniche.

 

  • LIMITI ALL’USO DEI CONTANTI

Dal 01.07.2020 al 31.12.2021 il limite all’utilizzo dei contanti è pari a 1999€ (tutte le transazioni di importo superiore devono essere regolate con strumenti di pagamento tracciati), ricordiamo che il pagamento degli stipendi va sempre effettuato tramite strumenti tracciati indipendentemente dall’importo.

 

  • SPID E FIRMA DIGITALE

Comunichiamo ai nostri clienti che lo studio Agostini, a seguito dell’ottenimento dei requisiti di ente certificatore, è abilitato al rilascio in tempo reale delle identità digitali SPID e delle FIRME DIGITALI (smart card)

Restiamo a disposizione

Grazie

Avigliano Umbro, 09/12/2020

Distinti saluti
Studio Agostini